Contattaci

Per una consulenza o appuntamento

Studio Legale Agati

Logo Studio Legale Agati Il nostro punto di forza
è la qualità dei nostri servizi.

9:00 - 18:00

Siamo aperti da lunedì a venerdì

Fax 051.244.637

Facebook

LinkedIn

 

Blog

Referendum 12 e 13 giugno 2011

Il 12 e 13 giugno 2011saremo chiamati ad esprimere il nostro parere in occasione del referendum abrogativo su quattro quesiti che vertono intorno a tre questioni di forte rilevanza per il futuro del nostro Paese: la privatizzazione e le modalità di affidamento dell’acqua; la presenza del nucleare in Italia; il legittimo impedimento. Alla luce dell'acceso dibattito sul nucleare che imperversa in queste settimane, voglio soffermarmi ad analizzare più attentamente il quesito che verte intorno alla questione del nucleare, riservandomi poi di analizzare in un altro momento i due quesiti inerenti alla privatizzazione...

Continue reading

FAMIGLIA E MINORI Niente addebito a chi abbandona casa per i continui litigi con la suocera

Corte di cassazione - Sezione I civile - Ordinanza 24 febbraio 2011 n. 4540 Niente addebito della separazione al coniuge che abbandona la casa coniugale a causa dei continui dissidi con la suocera convivente. La "sanzione" è esclusa anche quando non ci sono violenze o tradimenti che giustificano l'allontanamento. Lo ha ribadito la Cassazione con la sentenza 4540/2011 secondo la quale il semplice allontanamento volontario non è sufficiente per l'addebito dal momento che il giudice deve verificare se la violazione ha assunto efficacia causale nella determinazione della crisi coniugale, ovvero se essa...

Continue reading

VIOLAZIONE DEGLI OBBLIGHI DI ASSISTENZA FAMILIARE Il coniuge separato non può autoridurre l’assegno di mantenimento

Corte di cassazione - Sezione VI - Sentenza 14 dicembre 2010-15 febbraio 2011 n. 5752 Il coniuge separato non può decidere autonomamente di ridurre l'assegno che versa all'ex. La Corte di cassazione, con la sentenza 5752 Sentenza Cassazione Violazione obblighi di assistenza familiare specifica che, soltanto la comprovata incapacità di far fronte all'impegno, consente di diminuire l'importo di quanto dovuto. Incorre dunque nel reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare chi, in assenza di una prova di indigenza o di impossibilità a rispettare la cifra pattuita, trasgredisce quanto stabilito dal giudice in sede di...

Continue reading

condominio infiltrazioni e danno non patrimoniale

Va riconosciuta la risarcibilità del danno non patrimoniale per la violazione del diritto di proprietà, rieninfiltrazionitrante nella categoria dei diritti fondamentali inerenti alla persona.

Posto che la risarcibilità del danno non patrimoniale è ammessa, oltre che nelle ipotesi espressamente previste dalla legge, nei casi in cui il fatto illecito altrui vulneri diritti inviolabili della persona costituzionalmente protetti, la tutela non è ristretta ai casi di diritti inviolabili della persona espressamente riconosciuti dalla Costituzione nel presente momento storico, ma, in virtù dell’apertura dell’art. 2 Cost., ad un processo evolutivo, deve ritenersi consentito all’interprete rinvenire nel complessivo sistema costituzionale indici che siano idonei a valutare se nuovi interessi emersi nella realtà sociale siano, non genericamente rilevanti per l’ordinamento, ma di rango costituzionale attenendo a posizioni inviolabili della persona umana: deve nella specie ritenersi configurabile il risarcimento del danno non patrimoniale da lesione del diritto di proprietà, posto che la lesione di tale diritto non può non considerarsi ingiusta.